In offerta!

Sul Fra – Pedro Antònio Janeiro

8.00 6.40

Descrizione

Titolo: Sul Fra
Editore: Edizioni Arianna
Pagine: 96
Prezzo: 8,00
ISBN: 978-88-89943-99-1
Luogo di pubblicazione: Geraci Siculo
Anno pubblicazione: 2013
———-

Il “Fra” di questo piccolo libro, scritto con passione da Pedro António Janeiro, sono i luoghi di un paesaggio mutevole, emotivamente coinvolgente, sonoro e odoroso come quelli onirici descritti da un poeta.

Spesso l’analisi della realtà è difficile, non si lascia decifrare, ma nello stesso tempo è persistente nei tratti fondanti. È per questo che l’autore nel descrive il Fra non riporta solo una dimensione concreta, ma cerca di restituirci il segno di unicità e di universalità che ne esalti l’identità. Così questi luoghi descritti, non sempre dal carattere permanente del costrutto, sono “architetture” che mutano, in un riuscito processo di sintesi dell’autore, in relazione all’uomo e alle sue esigenze non solo funzionali. Una consapevolezza che non persegue l’obiettivo di risposta ad una “necessità”, come questione del progetto, ma volge il proprio sguardo verso una prospettiva di miglioramento dei livelli di socialità per  una crescita qualitativa e descrive, con fervente lucidità al probabile lettore, una possibile metamorfosi, cosa veramente accade o è accaduto, nei luoghi del Fra.
[dalla Prefazione di Santo Giunta]

“Caro Pedro […] ciò che più mi colpisce è il tuo sentire l’architettura e prima ancora dell’architettura la vita, la solitudine del grande vuoto indefinito, indefinibile in cui siamo immersi, la ricerca di libertà e di purezza.
La tua percezione dello spazio è totale, spazio come essenza liquida in provvisoria, costante sopraffusione in cui ogni sostanza: corpo e pensiero, qualcuno direbbe anima o spirito fluttua. La seduzione della parola fra corrisponde al bisogno di combattere la solitudine dell’ego, di sentirsi partecipe, libero di spaziare dal microcosmo all’universo intero con un semplice soffio di vento, un alito, un respiro … o un disegno.”
[dalla Postfazione di Giovanni Marucci]