L’attrice Patrizia D’Antona legge a Palermo Voglia di notte di Giuseppe Giovanni Battaglia

Giuseppe Giovanni Battaglia, voglia di notte.
lettura teatrale di Patrizia D’Antona

Palermo 18 gennaio ore 18.30,
Associazione Colori di Luce,
Via Sciuti 98.

L’attrice Patrizia D’Antona, testimonial di Voglia di notte, romanzo del grande poeta siciliano Giuseppe Giovanni Battaglia, è alla sua seconda pubblica lettura teatrale del testo, ancora una volta a Palermo, accompagnata dal violoncellista Mauro Cottone.

L’evento nasce e si realizza con la consulenza artistica di Vincenzo Ognibene, autore dell’immagine di copertina del libro curato da Paolo Ferruccio Cuniberti, con la segreteria organizzativa della giornalista Donatella Aiosa.
Interverrà Arianna Attinasi.

Del libro e della recitazione si è già occupato il Tg3 qui.

Giuseppe Giovanni Battaglia (195i F.C. 1-1995), autore del romanzo postumo Voglia di notte vive la sua infanzia ad Aliminusa.
A Palermo frequenta la facoltà di Lettere e Filosofia non laureandosi.
Nel 1975 entra alla Camera del Lavoro, fa attività sindacale e collabora, con suoi articoli, alla rivista «Sindacato» diretta da Aurelio Colletta.
Nel 1976 si trasferisce a Roma, dove incontra Gaetano Giganti e Pio La Torre. Alla fine degli anni Settanta inizia il suo “avvicinamento” alla lingua.
Negli anni Ottanta, rappresenta il Ciclo sul potere al Teatro dell’Orologio di Roma, e a Palermo con altri testi per il Teatés di Michele Perriera.
Nella seconda metà degli anni Ottanta lavora presso l’Istituto Luce di Roma. È il periodo della maturità e della serenità con Carla, la ragazza torinese.
La sua ultima produzione è caratterizzata dal ritorno “della lingua della madre” e ai luoghi delle sue prime esperienze poetiche.
Ha un rapporto privilegiato con i pittori Bruno Caruso, Nicolò D’Alessandro, Luigi Granetto, Vincenzo Ognibene, Gianfranco Barucchello e altri.
Nel 1994 vive per tre mesi a Milano presso la casa di Daniele Oppi, poi ritorna ad Aliminusa dove muore un anno dopo.

 

 

Published by